Cosa è A chi si prescrive
L’ecografia è un sistema di indagine diagnostica per immagini che utilizza ultrasuoni e non comporta l’esposizione a radiazioni. Il funzionamento dell’ecografia si basa sull’impiego dell’eco ed è regolato dai principi dell’emissione di ultrasuoni: rifrazione e riflessione.
L’esame non comporta danno biologico e fornisce utili informazioni diagnostiche, consentendo inoltre al radiologo interventista di guidare interventi mini-invasivi, come nel caso della terapia del dolore.
L’ecografia è una metodica operatore-dipendente, l’efficacia è quindi correlata all’abilità dello specialista (sensibilità e specificità di intervento).
L’operatore deve quindi avere un’ottima conoscenza dell’anatomia ecografica e una visione multidisciplinare.
L’esame utilizza delle frequenze che variano in media da 2 a 20 Mhz, alzando la frequenza si intensifica la sensibilità dell’oggetto di studio, potendo disporre tuttavia di una minore profondità di indagine. Utilizzando la sonda da 20 Mhz è possibile analizzare con precisione strutture che si trovano a 2 cm dal piano cutaneo, oltre i 2 cm lo strumento perde di sensibilità. Attraverso la sonda da 2 Mhz è possibile invece analizzare strutture profonde, come il pancreas.
L’ecografia è un tipo di diagnostica che sostituisce l’esame obiettivo, viene effettuata come primo approccio sul paziente e come tecnica per filtrare determinate patologie, prima di indirizzare il paziente lungo percorsi diagnostici più complessi (ad esempio risonanza magnetica, Tac, angiografia).
Le zone e patologie che possono essere indagate attraverso l’ecografia sono di diverso tipo, ad esempio:

  • Componenti osteo-articolari: caviglie, ginocchia, spalle.
  • Tessuti molli per la ricerca di tumefazioni del tessuto sottocutaneo, lipomi. L’esame può considerare patologie sia benigne che maligne.
  • Analisi completa dell’addome: considerando sia la zona superiore (fegato e organi alti) che quella inferiore (vescica, utero), utilizzando sempre un approccio percutaneo.
  • Analisi di pancreas, reni e vescica per escludere patologie neoplastiche, considerando anche calcoli e nefropatie ostruttive.
  • Ecografia Pediatrica (Anche, reni e vescica)
  • Verifica delle patologie infiammatorie e scompensi metabolici.
  • Calcolosi biliare, steatosi epatica.
  • Analisi di patologie tumorali.

Studio dei tronchi sovraortici (TSA)
Indicazioni:
ECOCOLORDOPPLER ARTERIOSO CAROTIDEO
  • TIA (entro 2 ore) o ictus recente (entro 1 ora dall’insorgenza)
  • Sintomo oculare (amaurosi fugace da embolia arteria retinica)
  • Screening pre e post radioterapia
  • Paziente vasculopatico: dislipidemia, diabete, ipertensione, fumatore, arteriopatia arti inferiori, aneurisma dell’aorta addominale, stenosi renali, coronaropatia ECOCOLORDOPPLER ARTERIOSO VERTEBRALE
  • Insufficienza vertebrobasilare
  • Furto della succlavia ECOCOLORDOPPLER VENOSO
  • Per trombosi venosa (per trombosi vena giugulare interna e vena succlavia, soprattutto da catetere venoso centrale)
  • Per Insufficienza venosa cerebrospinale (CCSVI)
Studio dell’aorta addominale
Indicazioni:
ECOCOLORDOPPLER ARTERIOSO DEI GROSSI VASI ADDOMINALI
  • Patologia aneurismatica (definizione di aneurisma: dilatazione permanente e localizzata di una arteria con aumento di diametro di oltre il 50%)
  • Patologia ostruttiva aortica
  • Patologia occlusiva e aneurismatica di aorta e arterie iliache
  • Controlli dopo chirurgia open o procedure endovascolari
  • Controllo di interventi di rivascolarizzazione
  • Patologia delle arterie renali

ECOCOLORDOPPLER DEI VASI VISCERALI
  • Ischemia mesenterica cronica
  • Aneurismi delle arterie viscerali
  • Stenosi dell’arteria renale (con ipertensione nefrovascolare, da patologia aterosclerotica o displasia fibromuscolare)
  • Patologia renale (parenchimatosa e trapianto di rene)
  • Controllo di interventi di rivascolarizzazione
  • Ipertensione portale

Studio delle arterie e delle vene degli arti superiori
Indicazioni:
ECOCOLORDOPPLER ARTERIOSO ARTI SUPERIORI
  • Aneurismi primitivi, stenosi o ostruzioni arteriose
  • In previsione di bypass coronarico, con valutazione delle arterie radiale e ulnare
  • In previsione di confezionamento di fistola da emodialisi
  • Sindrome dello stretto toracico superiore

ECOCOLORDOPPLER VENOSO ARTI SUPERIORI
  • Fenomeni di compressione nella sindrome dello stretto toracico superiore (trombosi da sforzo o sindrome di Paget von Schroetter)
  • Trombosi venosa profonda (anche da accesso venoso centrale)
  • Tromboflebite

Studio delle arterie e delle vene degli arti inferiori
Indicazioni:
ECOCOLORDOPPLER ARTERIOSO ARTI INFERIORI
  • Arteriopatia obliterante degli arti inferiori (AOAI), con ischemia cronica con assenza di polsi, claudicatio e lesioni trofiche
  • Fenomeni di ischemia acuta (dolore, assenza di polso, pallore, paresi, parestesia)
  • Patologia aneurismatica degli arti inferiori
  • Pazienti diabetici e vasculopatici

ECOCOLORDOPPLER VENOSO ARTI INFERIORI
Diagnosi di Trombosi Venosa Profonda (TVP)
L’ecocolordoppler permette la valutazione degli assi femoro-poplitei e dei tronchi sotto-poplitei. Attraverso manovre di compressione ultrasonografica (CUS) si rileva la presenza o assenza di trombi all’interno delle vene profonde. La completa compressione di queste vene è sinonimo di assenza di trombi, mentre il residuo spessore tra i lembi venosi è indicativo dell’avvenuta trombosi. La valutazione delle caratteristiche del trombo (ecogenicità) riesce a darci informazioni anche sulla possibile data della trombosi (recente o pregressa).

Malattia venosa cronica
L’esame permette di valutare la pervietà e continenza del circolo venoso profondo, la presenza di continenza o reflusso dei sistemi safenici, la presenza di circoli varicosi superficiali, di complicanze (trombosi, tromboflebiti) e di alterazioni anatomiche dei sistemi safenici e dei lembi valvolari. Inoltre l’ecocolordoppler consente di elaborare la mappatura preoperatoria necessaria per eseguire correttamente l’intervento flebochirurgico, e infine di monitorare le procedure terapeutiche (esiti di chirurgia ablativa – laser, radiofrequenza, scleroterapia, ecc.).

Meet 2 doctors in Medicus Theme